La nascita del sistema bancario a San Marino. Monti di pietà, Cassa di risparmio, Banca Mutua Popolare e Istituti Cattolici, 1850 – 1940 (E-BOOK)

4,99

Svuota

Descrizione

di Francesco Chiapparino

Muovendo dalle attività di prestito informale, dalla presenza ebraica e dalle esperienze dei monti di pietà della prima età moderna, il volume ripercorre l’emergere e il primo, parziale, consolidamento delle moderne istituzioni creditizie a San Marino tra la seconda metà del XIX e il primo quarantennio del secolo successivo.
Al centro di questa vicenda sta la nascita e l’iniziale evoluzione della Cassa di risparmio della Repubblica, di cui si ricostruiscono le origini, a partire dall’attivismo della Società operaia e di mutuo soccorso (Sums) che ne è promotrice, le spinte riformatrici sotto la presidenza di Pietro Franciosi agli inizi del Novecento, l’acquisizione di una posizione di rilievo tra le istituzioni della Repubblica e la successiva compromissione col fascismo nel ventennio tra le due guerre. Accanto a questo periodo centrale, ve ne sono poi altri, dall’effimera parabola della banca mutua popolare e dallo scandalo che seguì il suo fallimento nel corso della crisi bancaria di fine Ottocento, alle vicende del Prestito a premi e degli altri progetti finanziari che accompagnarono i faticosi sforzi di modernizzazione della realtà politica ed economico-sociale sammarinese. Dopo la prima guerra mondiale, infine, un ruolo di rilievo assunsero le esperienze creditizie sorte in seno al mondo cattolico: dalla nascita della banca agricola industriale, per iniziativa del Credito romagnolo e degli ambienti del popolarismo nazionale, alla prima affermazione della Cassa rurale di Faetano, maggiormente legata alla realtà di base del mondo contadino sammarinese.
Il quadro che ne emerge è, in definitiva, quello di una piccola società agraria e della sua difficile modernizzazione sul piano economico e finanziario non meno che su quello politico, sociale e culturale. Si tratta insomma di una realtà distante (anche se tutt’altro che impermeabile) rispetto alle grandi trasformazioni che si verificano in quella fase a maggior ragione lontana dalle vicende recenti del sistema bancario sammarinese nell’attuale mondo globalizzato o anche solo della sua espansione nel più limitato contesto italiano del secondo dopoguerra. E, tuttavia, lo sguardo ad un passato che può apparire remoto permette di cogliere alcune delle radici, delle ragioni profonde e delle costanti che informano ancora oggi posizioni e scelte del sistema bancario e, in certa misura, della società e dei ceti dirigenti sammarinesi nel loro complesso.

Starting from the study of informal lending, the Jewish presence and the existence of monti di pietà in the early modern period, this book retraces the emergence and the first, partial consolidation of modern credit institutions in San Marino in the second half of the nineteenth century and the first forty years of the following one.
As the birth and early developmente of the Republic’s Cassa di Risparmio is of central importance in all this, its origins are pieced together here, from the activism of the Società operaia e di mutuo soccorso (Sums) whic helped promote it, to the efforts for reform under the presidency of Pietro Franciosi at the beginning of the twentieth century, the acquisition of a strong position among the Republic’s institutions and the subsequent compromise with fascism during the twenty year period between the two World Wars. Alongside this important case there are others, from the fleeting develpment of the Banca mutua popolare, and the scandal whic fllowed its failure during the banking crisis at the end of the nineteenth century, to the events surrounding the Prestito a premi and other financial projects that accompanied the strenuous efforts to modernize political, economic and social institutions in San Marino. Finally, after the First World War, the credit organizations that had emerged within the Catholic world took on an important role: from the founding of the Banca agricola industriale, a venture promoted bythe Credito romagnolo and national populist circles, to the first achievements of the Cassa rurale di Faetano, which was more closely linked tothe peasantry in San Marino.
Ultimately, the picture that emerges is that of a small agrarian society and its difficulties in achieving not just economic and financial modernization, but also political, social and cultural advances. It is in short a distant reality (even though it is by no means impenetrable), when compared to the great transformations that took place in that period, and even further away from more recent events in the banking system in San Marino in today’s globalized world, or even just the expansion in the more limited context of Italy after the Second World War.
However, looking at the period which can seem remote allows us to understand the roots, the unerlying reasons and factors whic continue to influence the positions and choices of the banking system and, to a certain extent, those of society and the ruling classes in San Marino in general. [Translation by Patricia Clark, Language Centre, Faculty of Economics, Università Politecnica delle Marche]

L’autore
Francesco Chiapparino insegna storia economica alla Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche (Ancona). È coordinatore della rivista «Proposte e ricerche».

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

2017

Tipo

e-book in formato epub, e-book per Kindle

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.